Servizi settore psico medico pedagogico
Osservazione diagnostica interdisciplinare
Osservazione diagnostica interdisciplinare

La figura del pediatra è di particolare importanza sia nell’individuazione precoce del disturbo sia nel percorso diagnostico in genere; egli infatti conosce il bambino fin dal primo momento di vita, ne ha osservato le fasi di sviluppo, ha stabilito una relazione significativa con i genitori, conosce l’anamnesi familiare e può, meglio di chiunque altro, individuare quei segnali che esprimono carenze nelle varie aree (motricità, linguaggio, apprendimento…).
Il pediatra è un esperto di fiducia, capace di accogliere le preoccupazioni delle mamme e dei papà, ma, soprattutto, è in grado di osservare la presenza dei requisiti di base che riguardano i livelli di sviluppo linguistico e percettivo-motorio indispensabili per affrontare con sufficiente serenità la scuola primaria. Nei casi in cui egli individua carenze nei processi di sviluppo è tenuto a informarne i genitori e a inviare il piccolo paziente ai servizi competenti del territorio.

Per l’accertamento di un eventuale Disturbo i genitori devono rivolgersi alle strutture sanitarie competenti (pubbliche o private accreditate), le quali predispongono un percorso diagnostico per la valutazione globale del bambino segnalato, secondo un protocollo diagnostico condiviso a livello nazionale.
La diagnosi deve essere effettuata all’interno di un’equipe multiprofessionale costituita da specialisti di aree diverse; lo staff minimo indispensabile per poter elaborare la diagnosi è composto da Neuropsichiatra Infantile, Psicologo e Logopedista, con eventuale integrazione di altre figure competenti in funzione delle difficoltà del bambino e modulabile in base alle fasce di età. Importante, ad esempio, è l’osservazione del pedagogista, che integra la conoscenza del bambino con elementi relativi ai processi di apprendimento e alla valutazione delle competenze di base.

Una diagnosi attendibile e corretta è possibile solo se gli operatori hanno una comprovata esperienza, poiché devono essere valutati gli aspetti etiologici, la presenza di eventuali comorbilità, l’individuazione delle aree di potenzialità e di risorsa indispensabili se si desidera poi intraprendere un percorso finalizzato alla riduzione delle difficoltà osservate.
Al termine della valutazione lo staff elabora una certificazione o, comunque, una relazione
escrittiva, con indicazioni per i genitori e per i docenti.
I docenti, in base alla normativa vigente, potranno redigere il Piano Didattico Personalizzato. 

LIBRERIA
I bisogni educativi speciali. Diagnosi, prevenzione, intervento

I bisogni educativi speciali. Diagnosi, prevenzione, intervento

Il testo propone una panoramica delle difficoltà e dei disturbi che s’incontrano con maggiore frequenza nella scuola, facendo riferimento all’ICD10 e al DSM-5, ma con uno sguardo ampio, che tiene conto dei vissuti con gli occhi degli alunni, dei genitori e degli insegnanti, per individuare strade percorribili attraverso un intervento integrato tra scuola, famiglia e servizi.  Acquistalo direttamente on-line, clicca qui

Centro Method - Istituto Psico Medico Pedagogico Via S. Pertini, 16 56035 Perignano-Lari (PI) - E-mail: info@centromethod.it - info@terapiafamiliare.com - ©2013
Powered by Edimedia